Salute

Cannabis light: effetti benefici del CBD sull’organismo

Spesso si fa molta confusione quando si parla di cannabis light, CBD e THC. Facciamo un po’ di chiarezza per evitare di associare erroneamente la cannabis esclusivamente al concetto di “droga”. Fughiamo già da ora ogni dubbio, la cannabis light è legale sia in Italia sia in altre parti del mondo, l’importante è che rispetti una determinata percentuale di THC al suo interno. Andiamo con ordine.

Quando si definisce legale la cannabis?

La cannabis light, o anche cannabis legale, è una tipologia di cannabis che presenta il THC in percentuali estremamente ridotte, si aggirano intorno allo 0.2% e lo 0.5%. Questo perché il principale responsabile degli effetti psicotropi della cannabis è proprio il THC. Quella light, presentandone una quantità ridotta, automaticamente non avrà né controindicazioni e né effetti definiti in gergo da “sballo”.

Diversi studi condotti proprio sulla cannabis hanno dimostrato come la concentrazione alta di CBD presente nella canapa legale ha sul corpo umano degli effetti benefici. In ambito medico si somministra la cannabis legale in particolar modo in pazienti affetti da malattie neurodegenerative come Alzheimer e Parkinson. È stato anche dimostrato come fare uso di prodotti a base di CBD, se si soffre d’ansia, stress, etc, può essere di grande aiuto perché tra i benefici di questa componente c’è proprio l’effetto rilassante.

Ovviamente, se si vuole fare uso di cannabis light è bene affidarsi a gente qualificata nel settore. I prodotti di canapa online su puracbd.it sono tra i migliori perché c’è stata un’attenta cura e supervisione dalla coltivazione fino alla vendita. Ora concentriamoci, quindi, sull’elemento cardine della cannabis light ovvero il CBD.

Il CBD

Come già detto, il CBD, anche definito cannabidiolo, si trova all’interno delle piante di canapa; le sue concentrazioni variano in base alle varietà di erba legale. Sono stati condotti diversi studi su questa componente, soprattutto dopo che il commercio della cannabis legale ha riscontrato notevole successo. Infatti, inizialmente gli studiosi si sono concentrati sulla componente opposta al CBD, ovvero il THC.

Grazie a numerose ricerche, il CBD è riuscito a riscattare la nomea della canapa perché, come detto poc’anzi, sono stati evidenziati gli effetti benefici che porta al sistema immunitario e all’organismo. Infatti, grazie alla sua versatilità in diversi campi di applicazione e per diverse patologie, sono stati creati svariati prodotti, dai liquidi per sigarette elettroniche fino ad arrivare a oli a base di CBD. Tra le proprietà certificate dopo diversi studi scientifici, ci sono quelle analgesiche, antinfiammatorie, antipsicotiche e ansiolitiche.

Quindi, l’uso di cannabis legale è assolutamente privo di rischi o di effetti collaterali rispetto a chi fa uso di cannabis illegale che ha un’alta percentuale di THC. Quest’ultimo, infatti, andrà a incidere non solo negativamente sulla lucidità e sulla concentrazione, a causa del suo effetto psicoattivo, ma anche sulla memoria a breve termine, per non parlare dell’impatto che avrà sull’organismo. Senza dimenticare che, appunto, è illegale in Italia.

È bene specificare che il CBD, invece, è legale solo se rispetta la normativa europea e quella vigente nel nostro Paese, motivo per cui risulta essenziale affidarsi a gente esperta. Infatti, si può star tranquilli se si dovesse acquistare un prodotto a base di CBD perché si avrà una certificazione che andrà a testimoniare l’aderenza alle norme prima citate.

Cannabis light: varietà

Da un punto di vista botanico, la cannabis si può suddividere in 2 categorie: sativa e indica. La cannabis legale è classificata come sativa e, dunque, ha un alto contenuto di CBD e basso di THC; diverso per la cannabis indica che, invece, avrà un alto contenuto di THC.

Ci sono diversi tipi di produzioni sempre per quanto riguarda la cannabis light o, per meglio dire, diverse varietà. Ognuna di queste ha le proprie caratteristiche che vanno da un profumo pungente e un sapore dolce con il retrogusto di frutti di bosco, ad esempio, fino ad arrivare ad un’altra varietà che presenterà un profumo più fresco e un altro tipo di gusto. Insomma, il ventaglio di scelta è molto ampio.

L’utilizzo di cannabis legale, si sottolinea, è pensato maggiormente per tutte quelle persone che vivono una vita troppo frenetica e non riescono a fermarsi per un po’ e godere di un momento di relax oppure per tutti coloro che hanno i nervi tesi e la mente che è in procinto di esplodere. Infine, e non solo, è consigliata anche per tutti coloro che soffrono d’insonnia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

PERDI PESO da soli 39 €SCOPRI DI PIU'